fasi

LAVORATIVE

Di ogni nuovo progetto individuiamo le esigenze e le aspettative del Committente elaborando un metodo di gestione che comprenda un'analisi dettagliata dei disegni, le materie prime da utilizzare, le quantità, i tempi di consegna, gli imballaggi, le normative e l'eventuale trasporto nel luogo di destinazione.


L'ufficio commerciale procede poi alla presentazione dell'offerta al Cliente, che una volta accettata avvia in successione le fasi del nostro ciclo lavorativo:

il

TEAM

All'interno dell'azienda, un gruppo di persone esperte e preparate pianifica tutte le soluzioni volte a garantire il raggiungimento degli obbiettivi prefissati.

A ciascun reparto è associata una figura professionale, la cui competenza assolve le condizioni ed i requisiti specifici richiesti.

Particolare attenzione viene dedicata al miglioramento del nostro ciclo produttivo in termini di qualità di prodotto attraverso la continua formazione dei nostri collaboratori sulla conoscenza di nuove tecniche, innovazioni tecnologiche e materiali disponibili sul mercato.

mock-up &

MODELLI

Nel laboratorio di modellazione, certamente lo spazio più "artistico" di tutto il processo produttivo, si ripropone l’antico concetto di bottega artigianale proprio della tradizione decorativa italiana.

Modellatori e scultori, tutti diplomati presso le migliori Accademie di Belle Arti, plasmano la materia forgiando in grandezza reale la forma concepita dal progettista e dando vita al mock-up, il modello base, da cui si ricaverà lo stampo finale necessario per la riproduzione seriale dei manufatti.

Una volta definiti nei bozzetti preparatori i dettagli da riprodurre, si sceglie la costruzione tecnica più adeguata per l’opera da realizzare.

tecniche di

MODELLAZIONE

SOTTRAZIONE


Con materiali lapidei o lignei che permettono di essere intagliati o scolpiti. In questo caso si parlerà di scultura che ricordando una famosa frase di Michelangelo “è quella che si fa per forza di levare".




ADDIZIONE


Detta anche foggiatura, attraverso l’utilizzo di argille o altre paste modellabili, meglio definita come modellazione plastica. Dopo la prima fase di lavorazione, l’oggetto deve essere sottoposto ad un periodo di essiccazione, fino a raggiungere la cosiddetta “durezza cuoio”. Infine viene rifinito e poi spugnato per eliminare qualsiasi tipo di imperfezione e impurità.




MISTA


Eseguita con l’assemblaggio di diversi elementi e l'impiego di procedimenti e metodologie varie.





gli 

STAMPI

Una volta tradotto in modello il disegno concepito dal committente, si passa alla realizzazione del  calco che sarà progettato sulle caratteristiche dell'elemento da riprodurre ed in particolare sugli angoli di sformo delle pareti.

Con la presenza di sottosquadra, cioè angoli di 90° o più, si utilizzeranno gomme siliconiche le cui elasticità permettono l'estrazione dei pezzi, in caso contrario sarà possibile realizzare uno stampo "rigido" attraverso l'impiego di resine.


Il vuoto che si viene così a creare nello stampo sarà il supporto dentro il quale l’impasto si distribuirà in modo da colmare tutti gli spazi.

Occorre in questa fase grande esperienza avendo massima cura dei dettagli e delle finiture al fine di evitare che ogni minima imperfezione sia riportata nella riproduzione seriale degli elementi.

materie

PRIME

Su richiesta del Cliente ed in base alle caratteristiche richieste ai manufatti, siamo in grado di personalizzare gli impasti con gessi speciali, cementi, fibre sintetiche, inerti, ossidi ed additivi al fine di estetiche. In questo caso si parlerà di "Materiali Compositi". 

Come da tradizione i nostri prodotti standard ed a catalogo sono composti dalla combinazione di materie prime semplici e naturali quali Gesso, Acqua e Sisal una fibra naturale ricavata dalle piante di agave.

La combinazione di questi elementi rende i manufatti totalmente ecologici. 

Selezioniamo ed acquistiamo solo fibre di prima scelta in balle grezze. In azienda una speciale cardatrice a rulli cilindrici chiodati le districa e voluminizza liberandole dalle impurità.

Il processo di scardassatura permette anche di ottenere un prodotto a fibre lunghe che aggiunto alle malte conferisce ai manufatti un'armatura interna migliorandone le resistenze alle sollecitazioni meccaniche.